welcome to MY BLOG

CUORE DI SEPPIA

Journal of poetry - ART - SPIRIT - LIFE



martedì 15 marzo 2011

8.9


Pensavo fosse il tempo della risacca,
della pausa dopo una corsa affannata
quando non basta che il silenzio
per riprendere fiato.
Ma me ne vado inquieta ancora,
per questo cielo che è un deserto.
I passi incerti,
il cuore disorientato.
È una sfinge l'angoscia.
Un mostro di ruggine che scava in mezzo all'anima
un cratere di fango.



Foto by Vee Speers

7 commenti:

  1. I ciliegi torneranno a fiorire e il Cielo non sarà più un deserto...

    RispondiElimina
  2. Ho visto questa foto al Fotografiska, mi aveva colpita molto...

    RispondiElimina
  3. Io sono stata all'inaugurazione e c'era anche l'artista-fotografa, è stato bello.. poi capirai.. sul Fotografiska c'è Hermans.. ho fatto 2+2 e ho passato una serata con i fiocchi (col tofu, con il farro, col cous cous..) :)

    RispondiElimina
  4. la foto è bellissima... inquietante...

    RispondiElimina
  5. Sei bella da leggere... Assai.

    RispondiElimina
  6. Grazie Chiara!
    Grazie Vaniglia.. da qui comincio a seguire i tuoi passi, sono già sulla scìa! :)

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...